RABARBARO | EFFETTI BENEFICI DEL RABARBARO | I GAMBI DI RABARBARO | CURIOSITÀ | Contattaci | Links

I Gambi di Rabarbaro

I Gambi di Rabarbaro

Le varietà di rabarbaro sono una sessantina, fra le quali una delle più famose è certamente il rabarbaro cinese, una pianta molto ornamentale, che arriva anche ai due metri d'altezza, dalle grandi foglie e dai fiori di color bianco/giallo o rosso.

Oltre che per la sua bellezza, il rabarbaro cinese, il cui nome scientifico è Rheum Palmatum, è una delle varietà maggiormente utilizzate nel settore farmaceutico ed erboristico per le sue molteplici proprietà, le quali sono note da secoli nel mondo orientale dal quale sono giunte a noi.

Abbiamo già dedicato spazio alle virtù del rabarbaro nel favorire i processi digestivi ed alle sue proprietà antisettiche ed antibatteriche che lo hanno reso celebre, in particolare per i suoi frutti. Non meno importanti sono, però, le radici ed i gambi del rabarbaro, molte apprezzati in cucina oltre che in erboristeria.

Parlando dei gambi di rabarbaro ricordiamo che ve ne sono due principali varietà: quelli verdi, dal caratteristico gusto marcatamente aspro, ed i gambi rossi dalla minore acidità, seppure conservino note aspre alle quali è riconducibile buona parte della loro fama.

Il gusto aspro dei gambi di rabarbaro si sposa, infatti, con il sapore dolce di molta frutta, in particolare delle fragole, facendone anche un ingrediente apprezzato in torte e crostate, di gran moda nella cucina inglese.

Pur non rientrando tra gli ingredienti più tipici della nostra tradizione culinaria è, tuttavia, possibile acquistare anche in Italia le coste di rabarbaro, alle volte vendute con ancora le foglie attaccate che rappresentano un positivo sintomo di freschezza del prodotto, ma che vanno rimosse prima di cucinare i gambi, avendo possibili effetti tossici sulla salute.

 

 

Visita i Nostri Portali
Siti Dove Compro Passatempi Food
Navigare Facile Meteo Prestiti A portata di Mouse Risultati Calcio